1.Progettazione progettazione e costruzione delle Linee ed Impianti elettrici BT/MT/AT per il Parco Eolico di Martignano (LE), con forniture in opera della cabina Primaria MT/AT, cabine secondarie BT/MT e relative Linee Elettriche.

Il progetto è relativo all’allacciamento del parco eolico ubicato in località “Martignano-Lecce”, nel Comune e Provincia di Lecce, alla Rete Elettrica Nazionale in Alta Tensione (150 kV.)
Oltre alla progettazione, le opere appaltate sono state lavori di scavo, posa tubazioni, riempimenti e ripristini, fornitura e posa di rete di interconnessione MT e di rete di segnale in f.o., fornitura in opera di Cabina Primaria sezioni AT e MT completa di tutte le apparecchiature, manufatti, impianti, protezioni, misure e connessioni, fornitura in opera di 10 Cabine secondarie MT/BT, complete di tutte le apparecchiature, manufatti, impianti, protezioni MT, fornitura con posa in opera di n° 10 connessioni BT dalle cabine secondarie MT/BT alle torri degli aerogeneratori. 

Il punto di connessione con la rete Nazionale è stato definito da Enel c/o la Cabina Primaria denominata  Martignano. L’intera rete elettrica per l’allacciamento è stata dimensionata per una potenza del parco di 21 MW prodotti da n°10 aerogeneratori da 2,1 MW/cad..
I 10 aerogeneratori sono stati suddivisi in due sottocampi di n° 5 aerog./cad, l'energia è prodotta dagli aerogeneratori ad un livello di tensione di 690 V ed è trasformata alla tensione di 20 kV mediante trasformatori elevatori. Due linee a 20 kV in cavo, una per ogni sottocampo, convogliano la produzione nella sezione 20 kV della Stazione di Trasformazione 150/20 kV per essere poi trasferita sulla rete AT attraverso un trasformatore da 22÷25  MVA.
L’impianto di trasformazione AT/MT, ubicato in adiacenza alla Cabina Primaria Enel di Martignano,  assolve le funzioni di interfaccia per l’interconnessione con la Rete Elettrica Nazionale e di trasformazione per il collegamento con la rete di distribuzione del parco eolico. E’ costituito da una sezione a giorno a 150 kV, da un trasformatore AT/MT e da una sezione MT con quadri protetti, ubicati in apposito manufatto.
L’interconnessione lato AT con la C.P. di Martignano avviene nel punto di consegna, a valle di un sezionatore, allo scopo predisposto da ENEL .
 Le linee sono costituite da cavi trifase in conduttori di alluminio di sezione variabile (95-300 mmq), per ogni tratta della linea di connessione è stata riportata la sezione dei cavi con riferimento alla massima corrente che può percorrere il cavo ed alla portata dello stesso opportunamente ridotta in considerazione del tipo di posa. Ogni singolo cavo trifase è costituito da n° 3 cavi unipolari avvolti ad “elica visibile”, isolati in politilene reticolato (XLPE) , con schermo in rame  e sotto guaina PVC.
Il sistema di protezione è tale da garantire il rispetto del regolamento in atto per l’interconnesione dei Produttori  alla Rete Elettrica Nazionale.

La rete di allacciamento progettata è, quindi, costituita da:

•Impianto di interconnessione AT e trasformazione AT/MT
•Sezione MT di alimentazione e protezione dei sottocampi
•Sistema di protezione dell’impianto AT/MT
•Linee MT di alimentazione sottocampi
•Box  MT-BT aerogeneratori
Per il progetto autorizzato nel 2006, i lavori sono iniziati nel febbraio 2007.

Martignano1 Martignano2

2.Intervento di adeguamento delle apparecchiature elettriche di n°38 cabine elettriche MT/BT all’interno della Base Militare Americana di Aviano (PN).
Il lavoro consiste nell’adeguamento delle apparecchiature elettriche di n° 38 cabine elettriche MT/BT situate all’interno della Base Militare Americana di Aviano.

Aviano1

L’intervento, il cui progetto è del 2004, è stato iniziato nel giugno 2007 e comprende sia la progettazione finale ed esecutiva, volta a completare gli elaborati tecnici forniti dal committente secondo precisi requisiti, sia tutti i lavori di realizzazione e messa a punto.

Aviano2

Tali lavori comprendono in linea di massima, ma non limitatamente, la costruzione e l’allacciamento di cabine provvisorie per l’alimentazione delle varie zone della base, la disattivazione delle preesistenti, lo smontaggio delle apparecchiature elettriche esistenti nelle cabine preesistenti, la ristrutturazione dei locali, il montaggio delle nuove apparecchiature MT/BT, il collegamento delle nuove apparecchiature al nuovo anello MT, compresa l’installazione delle apparecchiature per la telemisura e tele monitoraggio del sistema, assistenza ed esecuzione di tutti i test e collaudi necessari al corretto completamento delle opere, e comunque tutte le opere ed attività necessarie a completare e rendere fruibile dal Committente finale l’impianto.

3.Progettazione di impianti a Biogas: impianto da 2128kW in Friuli e impianto da 999kW in Toscana.

Entrambi gli interventi sono relativi alla pianificazione ed organizzazione del sito, alla progettazione della totalità degli impianti (Fluidodinamico, elettrico, idrico, calore) e delle apparecchiature, dell’impianto antincendio e dei collaudi finali.
L’Impianto del Friuli è stato progettato  con due linee indipendenti di Digestione Anaerobica Termofila continua con digestori, vasca di stoccaggio finale ed una Centrale di Cogenerazione
L’alimentazione sarà composta da biomasse solide, prodotti vegetali, che verranno miscelate con acqua e liquame suino, triturate, e preparate per essere introdotte giornalmente, con dosaggio automatico orario come alimentazione dell’impianto.
Il Progetto prevede la costruzione di una Centrale di Energia Verde, centrale energetica alimentata da fonti rinnovabili, composta da due Moduli indipendenti, costituito da una Linea di Processo Anaerobico continuo con Digestori a doppio stadio e Vasca di Stoccaggio.

Toscana

L’Impianto della Toscana è stato progettato con una linea indipendenti di Digestione Anaerobica Termofila continua con digestori, vasca di stoccaggio finale ed una Centrale di Cogenerazione
L’alimentazione sarà composta da biomasse solide, solo prodotti vegetali biologici, che verranno miscelate con acqua, triturate, e preparate per essere introdotte giornalmente, con dosaggio automatico orario come alimentazione dell’impianto.

Toscana2

Entrambi gli impianti sono già stati autorizzati e presto inizieranno le fasi di realizzazione.

4. Fornitura, montaggio e cablaggio delle apparecchiature per la stazione MT/AT per gli impianti eolici “Serra tre confini – Montarone 2” nel Comune di Castel del Giudice (IS)

Giudice

Il lavoro eseguito per Enel Green Power consiste nella connessione alla rete AT di due parchi Eolici siti nell’appennino Molisano e più specificatamente comprende la fornitura e posa in opera di uno stallo di trasformazione AT/MT 220/20kV, comprensivo di servizi ausiliari, trasformatore, servizi generali, sistemi di protezione comando e controllo per l’area ENEL Green Power mentre per l’area Enel Distribuzione riguarda la messa in opera del sezionatore di connessione rigida della linea AT ed il collegamento dello stesso con le colonne porta cavo AT.
La stazione a 220 kV in oggetto ricade nel territorio di Castel del Giudice (IS) ed è comprensiva sia della sezione di rete, che della sezione di utente, necessarie alla connessione  alla rete AT di Enel Distribuzione degli impianti eolici già nominati e dell’impianto eolico di Macchiagodena di prossima realizzazione.
La stazione di trasformazione AT/MT riguarda il punto di consegna in AT, da realizzare nella zona industriale di Castel del Giudice (IS), in prossimità della cabina primaria di ENEL Distribuzione. La distanza dalla cabina primaria è circa 500m, la connessione fra le due cabine è realizzata in cavo AT interrato (attività a cura interamente di ENEL Distribuzione.)

Massai Giordano S.r.l. - viale Europa, 6/8/10 - 58100 Grosseto (GR)
tel. +39 0564 455081 - fax +39 0564 457410 
p. iva 00859850539 - Cap. soc. Euro 15.000,00 int. vers.